Per i dirigenti scolastici è fissata al 28 febbraio 2021.

>

Federazione
UIL SCUOLA RUA

Roma, 11 Novembre 2020

Domande di pensione:
le domande entro
il 7 dicembre 2020

Il giorno 12 novembre 2020 è stato emanato il DM n. 159 del Ministero dell’Istruzione e la relativa circolare applicativa che detta istruzioni per il pensionamento dei dirigenti scolastici, dei docenti, educatori e personale ATA.

Per il personale docente, educativo e Ata la data di scadenza delle dimissioni dal servizio è fissata al 7 dicembre 2020.

Per i dirigenti scolastici è fissata al 28 febbraio 2021.

Le dimissioni dovranno essere presentate on line col sistema web POLIS, cui collegarsi dal sito del Ministero dell’Istruzione.  La stessa data di scadenza vale anche per coloro che, chiedendo il pensionamento anticipato con la legge Fornero e non avendo ancora compiuto 65 anni di età, intendono rimanere in servizio a tempo parziale.

È fissata, infine, sempre al 7 dicembre 2020 la data di scadenza di presentazione della richiesta di permanenza in servizio per raggiungere la contribuzione minima (anni 20) per coloro che compiranno 67 anni entro il 31 agosto 2021. L’istanza, in questo caso, va indirizzata al dirigente scolastico della scuola di servizio in modalità cartacea. Il personale scolastico in servizio all’estero ha facoltà di presentare le dimissioni dal servizio in forma cartacea.

Il personale delle province di Trento, Bolzano e Aosta presenterà le dimissioni in forma cartacea al dirigente scolastico, il quale provvederà a inoltrarle ai competenti uffici territoriali.

L’accertamento del diritto a pensione sarà disposto dall’Inps sulla base dei dati presenti nel conto assicurativo degli interessati e di quelli forniti dall’Ambito territoriale/Istituzioni scolastiche, in riferimento alla tipologia di pensionamento, comunicando al MI entro il 24 maggio 2021 l’elenco dei pensionandi.

Gli ambiti territoriali e le Istituzioni scolastiche cureranno la definizione di tutte le pratiche di valutazione, computo/riscatto, ricongiunzione prodotte entro il 31 agosto 2000 e provvederanno ad inviare le notizie all’Inps, mediante l’applicativo nuova Passweb, entro la data del 5 febbraio 2021.

Anche per il 2021, comunque, nel caso in cui l’Ambito territoriale e le Istituzioni scolastiche non dovessero essere in grado di utilizzare l’applicativo nuova Passweb, per tutelare i diritti dei pensionandi, provvederanno a comunicare le notizie all’Inps mediante il SIDI, con cadenza settimanale, sempre entro la data del 5 febbraio 2021. Le cessazioni, infine, dovranno essere convalidate al SIDI.

Tutti coloro che intendono avvalersi dell’APE sociale e coloro che chiedono la pensione anticipata in quanto lavoratori precoci o che hanno svolto attività particolarmente gravose (nel comparto scuola i docenti di scuola dell’Infanzia), ottenuto il riconoscimento da parte dell’Inps, presenteranno le dimissioni in modalità cartacea al dirigente scolastico entro il 31 agosto 2021.

Come è noto, con il DPCM 22 aprile 2020 n. 51 sono state stabilite le condizioni per rendere possibile l’anticipo del TFS/TFR, fino a e 45.000,00, a coloro che accedono al trattamento pensionistico con Quota 100 e a quelli che vi accedono con la Legge Fornero. Gli interessati dovranno chiedere l’anticipo ad uno degli istituti di Credito in convenzione (pagando gli interessi, ovviamente) che, ricevuto il PL 1 (progetto di liquidazione) provvederà ad anticipare quanto richiesto. Nel caso di personale della scuola in regime di TFS, sarà l’Ambito territoriale ad approntare il PL 1 e ad inviarlo all’Inps non più in modalità cartacea, bensì telematicamente. Per il personale in regime di TFR saranno le istituzioni scolastiche a provvedere ad inoltrare all’Inps il relativo progetto di liquidazione.

Nella giornata del 9 novembre si è tenuto un incontro informativo tra il Ministero dell’Istruzione, l’Inps e le organizzazioni sindacali sulla pubblicazione del decreto annuale sulle pensioni del personale della scuola.

Per la UIL Scuola hanno partecipato Francesco Sciandrone, Mauro Panzieri ed Antonello Lacchei.

Nella relazione introduttiva, il rappresentante del Ministero ha illustrato la bozza di decreto e informato che la data ipotizzata di scadenza delle domande di dimissioni dal servizio, per accedere al trattamento pensionistico, è quella del 30 di novembre.

La UIL Scuola, prendendo atto del contenuto stessa che, tra l’altro, ricalca quello dell’anno precedente, ha segnalato che il termine del 30 di novembre è troppo ravvicinato, considerando che bisognerà dare le dimissioni on line col sistema Polis del Ministero. Abbiamo ribadito la necessità di uno spostamento della data, per consentire di dare il tempo agli interessati di recuperare le credenziali di accesso; in ordine alla commissione, abbiamo esposto alcune perplessità per quanto riguarda la comunicazione tra Ministero e Inps che – quest’anno – dovrebbe avvenire esclusivamente col sistema passweb.

Al termine degli interventi, i rappresentanti dell’Inps hanno mostrato una certa consapevolezza (comunque da verificare) sul problema della comunicazione mediante passweb, accettando la commissione tra Ministero, Inps e Sindacati per rendere più gestibile tale sistema.

Documentazione disponibile*»

LA SCHEDA UIL SCUOLA
LA CIRCOLARE

[N.d.R.> Documentazione/ Link/ Indirizzi presenti nella nota UIL SCUOLA RUA originale e/o disponibili sui siti segnalati *]

*******************************
Da/ Fonte/ Titolare»
Federazione UIL SCUOLA RUA
Comunicato -Documentazione
11  novembre 2020


<
Estratt

Fonte dei dati, informazioni, procedure e documenti sono reperibili presso siti web/portali, esterni, ai link*»

UIL SCUOLA RUA
www.uilscuola.it

UIL SCUOLA RUA
Dove


<
Link/siti
esterni non collegati

^Fonte» UIL SCUOLA RUA_Dcm_11NOV2020 = RS_2020-11-19»
RS non ha merito e non è titolare dei contenuti raccolti. Il materiale è conservato quale documentazione personale. Il testo non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo delle pubblicazioni ufficiali, che prevalgono in casi di discordanza. Per una documentazione certa o altre informazioni si deve fare riferimento ai titolari dei contenuti, prendere visione dei documenti/siti ufficiali, contattare gli enti citati. La documentazione raccolta non è e non deve essere letta come consulenza specialistica e/o legale. Si consiglia sempre di consultare direttamente l’ente/gli enti citati, sindacati/patronati/CAAF o specialisti qualificati/professionisti abilitati per pareri, consulenze e/o assistenza. Vi possono essere limiti/condizioni alla partecipazione. Negli indirizzi mail sostituire [at] con @. Evidenziature e formattazione possono essere non originali.

<
< N.d.R.

Documentazione correlata e/o richiamata»


<
Link/siti
interni

> www.reporterscuola.it - info[at]reporterscuola.it

 

Ultimo aggiornamento (Giovedì 19 Novembre 2020 21:07)