1) Documentazione (sito esterno)
Fonte: MIUR, CS, 06-02-2018»

Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca
Home>Stampa e comunicazione>Comunicati Stampa
Martedì, 06 febbraio 2018

Safer Internet Day 2018
insediato al MIUR il Tavolo tecnico per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo
Firmato il Protocollo MIUR-AGCOM per uso critico delle tecnologie digitali

Si è riunito oggi [N.d.R.: 06 febbraio 2018] per la prima volta, al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Tavolo tecnico inter-istituzionale per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo previsto dalla Legge 71/2017, costituto presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ma coordinato dal MIUR.

A questa prima riunione hanno partecipato i rappresentanti del Ministero dell’Interno, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del Ministero della Giustizia, del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero della Salute, della Conferenza Unificata, dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, del Garante per l'infanzia e l'adolescenza, del Garante per la protezione dei dati personali.

Il tavolo tecnico ha il compito, stabilito per Legge, di elaborare un Piano di azione integrato per il contrasto e la prevenzione del cyberbullismo e di realizzare un sistema di raccolta di dati finalizzato al monitoraggio dell'evoluzione dei fenomeni, anche avvalendosi della collaborazione con la Polizia postale e delle comunicazioni e con altre Forze di polizia.

Il primo incontro del Tavolo tecnico si è tenuto in occasione del Safer Internet Day (#SID2018), la Giornata mondiale per la sicurezza in Rete istituita e promossa dalla Commissione Europea che, giunta alla sua XV edizione, si è celebrata in contemporanea in oltre 100 nazioni di tutto il mondo. Obiettivo della giornata: far riflettere le ragazze e i ragazzi non solo sull’uso consapevole della Rete, ma anche sul ruolo attivo e responsabile che ciascuna e ciascuno può giocare per una navigazione positiva e sicura.

Sempre in occasione del SID2018, la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, e il Presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, Angelo Marcello Cardani, hanno firmato oggi al MIUR un Protocollo d’intesa per promuovere tra le nuove generazioni un uso critico e consapevole delle tecnologie digitali.

In Italia l’evento nazionale, collegato al #SID2018, si è tenuto a Roma, presso il Teatro Brancaccio alla presenza della Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, affiancata dalla Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Filomena Albano, dal Direttore del servizio di Polizia Postale e delle Comunicazioni, Nunzia Ciardi, e dagli altri partner del Consorzio di ‘Generazioni Connesse’, il Safer Internet Centre Italiano, cofinanziato dalla Commissione Europea e coordinato dal MIUR, in partenariato con la Polizia Postale e delle Comunicazioni, l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, l’Università degli Studi di Firenze, l’Università degli Studi di Roma “Sapienza”Save the Children Italia OnlusSOS Il Telefono Azzurro Onlus, Cooperativa E.D.I., Movimento Difesa del Cittadino Skuola.netAgenzia di stampa Dire. In platea circa 900 studentesse e studenti.

L’impegno del MIUR su questi temi va avanti da anni e si arricchisce sempre di nuove iniziative e collaborazioni di grande valore e qualità – sottolinea la Ministra Valeria Fedeli -. L’approvazione di una legge per il contrasto del cyberbullismo è stata una svolta importante. Il Ministero sta lavorando da mesi alla sua attuazione e proprio oggi, nella stessa giornata in cui celebreremo il Safer Internet Day, abbiamo avviato i lavori del Tavolo tecnico inter-istituzionale. In questa prima riunione abbiamo fatto il punto di quanto realizzato fino ad oggi e di come proseguire per dare alle ragazze e ai ragazzi le competenze per un uso corretto e attivo degli strumenti di navigazione, ma anche per orientarsi e saper leggere in modo consapevole le informazioni che trovano in Rete”.

In concomitanza con il Safer Internet Day, anche quest’anno, il secondo, si è celebrata la Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola dal titolo “Un Nodo Blu - le scuole unite contro il bullismo”. Un’iniziativa lanciata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Piano nazionale contro il bullismo.

Nel corso dell’evento al teatro Brancaccio è stata presentata un’indagine condotta da Skuola.net in collaborazione con l’Università di Firenze, proprio in occasione del #SID2018, dalla quale è emerso che più di 2 giovani su 5 sono connessi almeno 5 ore al giorno (il 20,9% dichiara di esserlo sempre). Un dato che, rispetto a due anni fa, è aumentato quasi del 10%. I social network sono i ‘luoghi’ di ritrovo preferiti: il 33% delle e degli intervistati è attivo quotidianamente su almeno due piattaforme, il 24% su tre, il 10% su quattro, il 15% addirittura su cinque social contemporaneamente. Con nuovi player che si fanno strada: Facebook crolla (ormai lo usa regolarmente solo un quarto delle e degli adolescenti, nel 2016 erano quasi 2 su 3 a esserci quotidianamente), mentre esplode la Instagram mania (è presente su questo social l’82,7% degli under 18). Cresce anche Youtube (per il 66,5% delle e degli intervistati, in un biennio, ha guadagnato una decina di punti). Resiste WhatsApp: è il social più utilizzato (circa il 90% dei teenager lo apre almeno una volta al giorno).

Il SID2018 di Roma si è aperto con un collegamento dall’Europarlamento di Strasburgo dove la Commissaria all’Economia e alla Società digitale, Mariya Gabriel, ha incontrato alcune delegazioni di studentesse e studenti con i loro insegnanti per celebrare insieme il Safer Internet Day. È stato inoltre lanciato il nuovo video dei “Super Errori”, i cartoon della campagna nazionale lanciata da Generazioni Connesse. Sette personaggi, uno per ogni rischio sulla Rete: Chat Woman, l'Incredibile Url, l'Uomo Taggo, la Ragazza Visibile, Silver Selfie, Tempestata e Il Postatore Nero. A presentare la kermesse sono stati i Panpers di Colorado Cafè.  Durante l’evento la Ministra Valeria Fedeli ha anche lanciato in anteprima lo spot sul bullismo realizzato in collaborazione con la RAI. Durante la mattinata è stata infine presentata anche la nuova piattaforma per la formazione dei docenti referenti nelle scuole per le tematiche del bullismo e del cyberbullismo. Realizzata in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università di Firenze, la piattaforma sarà disponibile da aprile, si chiamerà ELISA (E-learning degli Insegnanti sulle Strategie Antibullismo) e doterà le scuole di strumenti per intervenire efficacemente sui temi del cyberbullismo e del bullismo.

Un momento molto atteso dalle ragazze e dai ragazzi seduti nella platea del teatro Brancaccio è stato l’incontro con Claudio Colica, giovane attore e youtuber, testimonial della campagna “Be Aware. Be Digital”, promossa dal Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis) della Presidenza del Consiglio, realizzata con lo scopo di promuovere l’utilizzo consapevole del web e delle tecnologie, con particolare riferimento al tema della sicurezza dei dati che immettiamo in Rete.

[N.d.R.: allegati sui siti/link segnalati e sul sito del MIUR*]
La ricerca
Il video dei Super Errori
Il video dell'evento


<
Estratto

Fonte dei dati, informazioni, procedure e documenti sono reperibili presso i siti web/portali, esterni, ai link»

MIUR

DRIVE.GOOGLE

YOUTUBE.COM


<
Link/siti
esterni
non
collegati

RS > Il materiale è raccolto come documentazione personale. Il testo non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo delle pubblicazioni ufficiali, che prevalgono in casi di discordanza. Per una documentazione certa si consiglia di prendere visione dei documenti/siti ufficiali e/o contattare gli enti citati. La documentazione raccolta non è e non deve essere letta come consulenza specialistica e/o legale. Si consiglia sempre di consultare direttamente l’ente/gli enti citati, sindacati/patronati/CAAF o specialisti qualificati/professionisti abilitati per pareri, consulenze e/o assistenza. Vi possono essere limiti/condizioni alla partecipazione. Negli indirizzi mail sostituire [at] con @. Evidenziature e formattazione possono essere non originali.


N.d.R.

< www.reporterscuola.it - info[at]reporterscuola.it

Ultimo aggiornamento (Lunedì 12 Febbraio 2018 13:37)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna