Le nuove norme sull’accompagnamento dei minori e autorizzazione alle scuole per consentirne l’uscita autonoma dai locali scolastici al termine delle lezioni: in attesa di una circolare esplicativa.

>

1) Documentazione (sito esterno)
Fonte: MIUR, CS, 01-12-2017
»

Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca
Home>Stampa e comunicazione>Comunicati Stampa
Venerdì, 01 dicembre 2017

Scuola, approvate definitivamente le nuove norme
su accompagnamento minori di 14 anni
Fedeli: “Contemperate tutte le esigenze”

Approvate definitivamente le nuove norme sull’accompagnamento dei minori di 14 anni previste dalla legge di conversione del cosiddetto decreto legge fiscale.

D’ora in poi i genitori delle ragazze e dei ragazzi minori di 14 anni potranno legittimamente autorizzare le scuole frequentate dai propri figli a consentirne l’uscita autonoma dai locali scolastici al termine dell'orario delle lezioni, in considerazione dell'età, del grado di autonomia e dello specifico contesto, nell'ambito di un processo di autoresponsabilizzazione. Il rilascio dell’autorizzazione da parte della famiglia avrà l’effetto di esonerare il personale scolastico dalla responsabilità connessa all'adempimento dell'obbligo di vigilanza.

“Le novità introdotte - sottolinea la Ministra Valeria Fedeli - rappresentano un punto di equilibrio fondamentale tra diverse esigenze, tutte di grande rilievo e irrinunciabili, quali la tutela dell’incolumità delle e dei minori, il raggiungimento di gradi sempre maggiori della loro autonomia, le scelte educative delle famiglie e il ragionevole contenimento degli obblighi di vigilanza in capo al personale scolastico”.

Le norme approvate sono nate dall’esigenza di intervenire all’indomani della pubblicazione, lo scorso settembre, di un’ordinanza della Corte di Cassazione che aveva abbracciato un’interpretazione particolarmente rigorosa delle attuali disposizioni in materia di obblighi di vigilanza nei confronti dei minori.

A seguito di questa ordinanza molti dirigenti scolastici avevano emanato specifiche circolari per impedire l’uscita autonoma da scuola delle alunne e degli alunni con età inferiore ai 14 anni. Provvedimenti che hanno determinato proteste e preoccupazioni da parte delle famiglie, che si sono trovate anche nell’evidente difficoltà di contemperare la presenza quotidiana all’uscita della scuola dei propri figli con l’orario di lavoro. Gli stessi docenti si sono visti costretti a dover prolungare la loro presenza nei locali scolastici anche oltre l’orario di lavoro.

Con l’ordinanza della Cassazione, in pratica, è emersa la mancanza, nel nostro ordinamento, di una disciplina specifica sulla questione, che tra l’altro garantisse l’uniformità normativa su tutto il territorio nazionale.

Le novità approvate consentiranno di superare tutte le problematiche richiamate, nel rispetto dei principi sanciti nella Carta Costituzionale, laddove assegnano alla famiglia e alla scuola la responsabilità di educare e di istruire i giovani in un rapporto famiglia/scuola che va nella direzione di una relazione sempre più interattiva, introducendo modalità organizzative tese a favorire un maggiore coinvolgimento dei genitori nella vita scolastica, investendoli così della corresponsabilità educativa.

In questo quadro, l’autorizzazione dei genitori all’uscita autonoma dei minori di 14 anni da scuola costituirà il frutto del confronto responsabile, dell’accordo partecipato, della condivisione di metodologie e obiettivi tra famiglia e scuola, che devono caratterizzare il processo di crescita del minore in ambito scolastico.


<
Estratto

Fonte dei dati, informazioni, procedure e documenti sono reperibili presso i siti web/portali, esterni, ai link»

MIUR
http://www.miur.gov.it


<
N.d.R.

RS > Il materiale è raccolto come documentazione personale. Il testo non riveste carattere di ufficialità e non è sostitutivo in alcun modo delle pubblicazioni ufficiali, che prevalgono in casi di discordanza. Per una documentazione certa si consiglia di prendere visione dei documenti/siti ufficiali e/o contattare gli enti citati. La documentazione raccolta non è e non deve essere letta come consulenza specialistica e/o legale. Si consiglia sempre di consultare direttamente l’ente/gli enti citati, sindacati/patronati/CAAF o specialisti qualificati/professionisti abilitati per pareri, consulenze e/o assistenza. Vi possono essere limiti/condizioni alla partecipazione. Negli indirizzi mail sostituire [at] con @. Evidenziature e formattazione possono essere non originali.


<
N.d.R.

Documentazione correlata e/o richiamata»

Minori di 14 anni: uscita dagli istituti scolastici e autorizzazione
... norma in materia di uscita dei minori di 14 anni dagli istituti medi” “Soddisfazione per la soluzione con cui si è risolta una questione che era irrisolta da anni e che ultimamente era stata evidenziata ...

Vigilanza minori e accompagnamento: leggi dello Stato e sentenze
... e della Ricerca, Valeria Fedeli, sul dibattito in corso relativo all’obbligo di vigilanza sui minori all’uscita dagli istituti scolastici anche a seguito di una recente ordinanza della Cassazione ...

Supplenze temporanee del personale docente: no alla sostituzione dei docenti assenti con i colleghi in servizio su posti di sostegno
...  riferimento alla responsabilità dei docenti in caso di infortuni ad alunni, che la vigilanza è obbligo incombente in via prioritaria sugli insegnanti. È pur vero che – secondo un indirizzo giurisprudenziale ...

Vigilanza sugli alunni e studenti: tra sentenza della Corte di Cassazione e certezze alle scuole
il commento alla sentenza della Cassazione
la scheda di dettaglio della Uil Scuola
la lettera inviata al Miur
… occorre una corretta lettura delle norme ...

Comportamenti e procedure in caso di sciopero
.  cambiamenti e riorganizzazioni di classi, allo scopo di assicurare la mera vigilanza sugli alunni. In ogni caso, gli alunni che si presentano a scuola non accompagnati (per le scuole ...

Organico di fatto personale docente e ATA
... di ditte rendano impossibile la sorveglianza e la vigilanza sugli alunni. La UIL Scuola ha chiesto, inoltre, un incremento di posti in presenza di una forte concentrazione nella stessa scuola di ...

Servizi esterni di pulizia: quale attività di aiuto e assistenza nei confronti degli alunni, anche dei disabili
Riservare ai collaboratori scolastici in servizio la vigilanza/assistenza per gli alunni.


<
Link/siti
interni

< www.reporterscuola.it - info[at]reporterscuola.it

Ultimo aggiornamento (Domenica 03 Dicembre 2017 20:02)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna